Tutte le carte prepagate, come le carte di credito del resto e i Bancomat, possiedono una data di scadenza indicata sulla stessa. Al momento della sottoscrizione ad una carta prepagata sarà opportuno verificare la data di scadenza e la modalità di rinnovo, poiché alcune carte dovranno essere sostituite e non sarà previsto il rinnovo automatico.

 

CARTE PREPAGATE: SCADENZA RIPORTATA SULLA TESSERA

Le carte prepagate mostrano visibilmente una data di scadenza riportata sulla parte anteriore della tessera, generalmente valide da un minimo di due anni fino ad un massimo di sei anni. Tale data di scadenza viene riportata al disotto del codice numerico a 16 cifre presente sulla carta.

In seguito alla data di scadenza non sarà più possibile sfruttare la tessera, né i soldi contenuti al suo interno per i quali si dovrà richiedere un rimborso, oppure un passaggio sulla nuova versione della carta prepagata legata allo stesso ente di emissione. Nel caso del rinnovo della carta prepagata PayPal sarà possibile ricevere la nuova tessera direttamente presso il proprio domicilio, conservando gli stessi codici di quella in scadenza (numero di 16 cifre riportato sul fronte, IBAN e codici PIN e PUK), fatta eccezione per il codice CVC2 a 3 cifre, riportato sul retro della carta.

La nuova carta prepagata PayPal sarà automaticamente posticipata ad un rinnovo quinquennale di decadenza, mentre la precedente dovrà essere conservata fino al termine delle procedure per l’attivazione della tessera nuova. Per procedere con l’attivazione, in presenza della nuova carta prepagata PayPal si dovrà contattare il numero 015 24 34 647, digitando il codice identificativo riportato sulla nuova carta, compresi gli ultimi 8 numeri presenti sul fronte e le ultime 3 cifre poste sul retro, rimanendo in linea fino alla conferma.



Il credito presente sulla carta prepagata precedente sarà automaticamente trasferito su quella nuova entro le prossime 24 ore.

 

CARTE PREPAGATE IN SCADENZA: COME MUOVERSI E COSA FARE

Alcuni emittenti richiedono una specifica richiesta per il rinnovo della carta prepagata, senza il quale non sarà possibile ottenere una nuova tessera valida per il successo periodo indicato sulla stessa. Per la carta prepagata emessa dalle poste, ovvero la Postepay, sarà possibile richiedere l’invio di una nuova prepagata due mesi precedenti alla data di scadenza, per un massimo di diciotto mesi dalla scadere, tramite servizio online o numero verde.

La prepagata giungerà presso il domicilio del contraente e dovrà essere richiesta l’abilitazione tramite servizio online (in presenza dell’abilitazione alla Sicurezza web sul proprio numero di cellulare), oppure tramite servizio standard presso una delle filiali in presenza di un rinnovo del documento di identità scaduto e associato alla precedente carta, variazione della residenza, cittadinanza extracomunitaria, clientela appartenente alle “Pep”, categorie politicamente esposte.

Emittenti diversi applicano invece il rinnovo automatico delle prepagate inviando una comunicazione all’intestatario con le procedure da seguire per il ritiro della nuova carta prepagata. In tal caso, non volendo riattivare la carta, dovrà essere inviata una comunicazione precedente ad almeno 60 giorni dalla data di scadenza prevista e riportata sulla tessera, tramite invio di una raccomandata o direttamente in filiale.