Vai al contenuto

Carte di Credito a Protestati o Cattivi Pagatori

    Carte di Credito a Protestati o Cattivi Pagatori

    Può un Protestato o un Cattivo Pagatore avere una carta di credito? La risposta è si, ma a patto che si abbia un garante. Vediamo il tutto nel dettaglio.

    Essere un protestato o un cattivo pagatore comporta delle spiacevoli conseguenze. Il tutto è causato dal mancato rimborso di un debito o dal ritardo che vi è stato per rimborsare l’importo dovuto.

    Così come è complicato avere un mutuo o un prestito personale, soggetti protestati e cattivi pagatori incontrano spesso grandi difficoltà anche per avere una carta di credito. Quindi come si procede?

    Iniziamo col dire che non esiste nessuna Legge che vieta al cattivo pagatore o al protestato di avere una carta di credito. Quindi la decisione spetta solo e soltanto alla banca. La banca quindi dovrà vagliare con attenzione la situazione economica del cliente e decidere se affidargli o meno una carta di credito.

    Concedere una carta di credito a queste persone segnalate significa a tutti gli effetti concedere un prestito a cattivi pagatori o a protestati. Infatti una volta ottenuta la carta di credito si potranno effettuare acquisti anche senza avere disponibilità sul proprio conto corrente (a seconda degli accordi presi con l’istituto di credito).

     

    Carta di Credito con Garante

    Cosa fare quindi? O si provvede a cancellare il protesto o la cancellazione dal Crif oppure ci si adegua tramite un garante. Cancellare un protesto così come cancellare il proprio nome dal registro del CRIF comporta tempi abbastanza lunghi (Leggi anche questa guida che spiega come cancellarsi dal CRIF). Se si necessità urgentemente di una carta di credito l’unica soluzione veloce è quella di chiederla tramite un garante.

    Chiedere una carta di credito con garante significa sottoscrivere il contratto con un’altra persona che a sua volta dovrà avere tutte le carte in regola, come se fosse lei stessa a dover richiedere la carta di credito. Se il titolare della carta di credito si comporterà in maniera corretta il garante non dovrà fare assolutamente nulla. Ma se il titolare della carta di credito non rimborserà gli importi dovuti il garante dovrà farlo di propria tasca e cioè dovrà rimborsare il debito con la banca con il proprio denaro.

     

    Carta Prepagata per Cattivi Pagatori e Protestati

    È possibile che questi soggetti abbiano una carta di credito prepagata? Assolutamente Si. Con una carta di credito prepagata non si potrà mai spendere più di quanto presente sulla carta e pertanto i rischi di insolvenza per la banca sono pari a zero.

    Possiamo dunque affermare che mentre per avere una normale carta di credito il protestato così come il cattivo pagatore possono avere grossi problemi, per una carta di credito prepagata non avranno alcun tipo di problema. Inoltre, per una carta prepagata non servirà nessun soggetto come intermediario e quindi non è richiesta in alcun modo la figura del garante.