Cos’è una carta di credito prepagata e come funziona? Se dovessimo utilizzare un linguaggio tecnico potremmo dire che una carta prepagata è un sistema di pagamento che l’emittente (cioè l’istituto di credito o la società finanziaria) concede a fronte di un versamento del cliente fatto in precedenza.

In un linguaggio più semplice possiamo dire che le carte di credito prepagate sono degli strumenti che ci permettono di utilizzare del denaro che in precedenza abbiamo provveduto a versare, o meglio ricaricare, sul conto collegato alla carta.

Questo tipo di carta viene solitamente utilizzata da chi fa spesso acquisti online e diffida dall’utilizzare le normali carte di credito per una questione di sicurezza personale. Questo ragionamento non è affatto sbagliato, per quanto si possa essere attenti e per quanto i sistemi di sicurezza utilizzati dalle banche possano essere all’avanguardia, tutelarsi utilizzando una carta di credito ricaricabile sul web è sempre una buona cosa.

 

Carta di Credito Prepagata: Visa o MasterCard?

Sentiamo spesso parlare di Visa e di MasterCard ma cosa sono e come possono influire sulla nostra carta? Entrambi sono dei circuiti di pagamento accettati in tutto il mondo.

Una carta prepagata Visa potrà essere utilizzata solo presso gli esercenti che accettano questo circuito di pagamento e lo stesso discorso vale per le carte prepagate MasterCard. Possiamo però affermare che al giorno d’oggi è molto difficile trovare un negozio che accetti uno solo di questi circuiti, nella quasi totalità dei casi è possibile utilizzare la propria carta, sia Visa che MasterCard, presso tutti i negozi online e presso la maggior parte dei negozi fisici.

 

Carta Prepagata: Vantaggi e Svantaggi

Come ogni cosa, anche le carte di credito ricaricabili hanno dei vantaggi e degli svantaggi.

Iniziamo con i Pro. Tra i vantaggi vi è la possibilità di ottenere una di queste carte con estrema facilità. Basterà essere maggiorenni e non sarà necessario essere intestatari di un conto corrente. L’utilizzatore della carta non dovrà mai pagare interessi, potrà utilizzare la carta sia nei negozi fisici che nei negozi online per fare acquisti sul web e potrà, a seconda dell’istituto di credito emittente, godere di contenuti esclusivi senza dover pagare un abbonamento.

Passiamo ora ai Contro. E’ ovvio che non tutto poteva essere rose e fiori, qualche svantaggio lo hanno anche le carte di credito prepagate, bisognerà solo conoscerli in modo tale da valutare se esserne titolari conviene o meno.

Il primo svantaggio da non sottovalutare sono i costi accessori. Abbiamo detto che questo tipo di carte non fa pagare gli interessi al titolare ma in compenso è necessario, almeno nella maggior parte dei casi, pagare un costo di attivazione e delle commissioni per ciascuna ricarica effettuata. Prima di scegliere la propria carta di credito prepagata ricaricabile è necessario valutare con attenzione quali siano i costi relativi alle ricariche ed eventualmente anche dei prelievi in contanti, si tratta di costi che alla lunga potrebbero incidere, talvolta anche troppo, sui propri risparmi. E ricaricare la carta, di volta in volta, potrebbe per alcuni essere un secondo inconveniente, non solo per il pagamento delle commissioni, ma anche per l’impossibilità di recarsi, ogni volta, presso uno sportello abilitato che ci permetterà di effettuare una ricarica, sia questo uno sportello bancario, uno sportello Sisal o altro.



Altri punti dolenti? Se dovessimo paragonare la tradizionale carta di credito ad una carta prepagata ricaricabile troveremmo sin da subito delle enormi differenze per quello che riguarda la protezione dalle frodi e l’assistenza in caso di bisogno. Giusto per fare qualche esempio, per quello che riguarda le carte di credito tradizionali, in tanti casi si dispone di un pacchetto assicurativo aggiuntivo che tutela il titolare della carta, cosa praticamente inesistente invece per i possessori di una prepagata. Per quello che riguarda l’assistenza poi, mentre per le carte tradizionali troviamo un call center sempre attivo e disponibile, per le ricaricabili non viene offerto lo stesso tipo di servizio anche se c’è da dire che alcuni istituti di credito hanno portato questo tipo di servizio alla pari.

 

Carte di Credito Prepagate con Iban

Abbiamo già detto che le carte di credito prepagate ricaricabili non necessitano che il titolare disponga di un conto corrente. Negli ultimi anni si sono diffuse delle carte, dette anche carte conto, che dispongono di un codice Iban, identico a quello di un comune conto corrente bancario o postale. Le carte di credito prepagate dotata di codice Iban permettono di inviare e di ricevere bonifici, proprio come se si fosse titolari di un conto corrente a zero spese. Si tratta di un’ottima soluzione che in tanti hanno scelto per farsi accreditare lo stipendio senza dover aprire un conto corrente che comporterebbe il pagamento di diverse spese, sia bancarie che fiscali.

Tra le carte conto, cioè tra le ricaricabili con Iban ricordiamo le due più famose: la Genius Card rilasciata da Banca Unicredit e la PostePay Evolution, rilasciata dal Gruppo Poste Italiane.

 

Carte Prepagate Contactless

E’ già da circa due anni che si parla di Contactless ma ancora non tutti hanno ben chiaro in mente di cosa si tratti. In parole semplici è il nome che è stato dato ad una tecnologia (appunto tecnologia Contactless) che consente alle carte di credito con tale funzione di poter effettuare dei pagamenti nei negozi fisici, entro i 25€, senza digitare il PIN e senza firmare nessuno scontrino ma semplicemente appoggiando la carta al POS abilitato.

 

Carta Prepagata per Minorenni

I minorenni possono essere titolari di una carta di credito prepagata ricaricabile? Si, giovani e minorenni possono essere intestatari di una carta prepagata. Sono diversi gli istituti di credito che forniscono anche ai minori di 18 anni la possibilità di essere titolari di una carta ricaricabile ed alcune di queste sono considerate delle vere e proprie carte di credito prepagate gratuite.

Alcuni esempi? Il Credito Valtellinese dispone di Car@perta Teen che è disponibile per tutti i minori che hanno un’età compresa tra i 12 ed i 17 anni. Poste Italiane ha ideato una carta chiamata IoStudio PostePay, che è dedicata a tutti gli studenti delle scuole superiori, e PostePay Junior. Ubi Banca ha la Carta Enjoy One, Banca Carige ha Ricarige base e la Deutsche Bank ha la Carta Simplia.

Salva