Le carte di credito senza conto corrente sono ormai sempre più richieste ed il motivo è semplice: non sono previste le spese accessorie previste per il mantenimento di un conto corrente.

Quando si apre un conto corrente bancario o postale, anche se si opta per quello più conveniente, ci si trova a dover pagare delle spese.

Alcune banche hanno deciso di proporre ai più giovani delle offerte commerciali prive di canone ma talvolta si è limitati nel numero dei movimenti gratuiti possibili. Questi sono solo alcuni dei motivi che portano sempre più persone a scegliere una carta di credito senza conto corrente.

Oggi sono diversi i tipi di carte che vengono utilizzate ma tra queste spiccano la ricaricabile e quella dotata di codice iban.

 

Carte di Credito Senza Conto Corrente di Poste Italiane: la Postepay classica e la Postepay Evolution

La carta di credito ricaricabile per eccellenza è la Postepay, fornita dal gruppo Poste Italiane. Il suo funzionamento è davvero semplice, si dispone di un conto virtuale che può essere ricaricato in qualsiasi momento e il totale presente su tale conto va a rappresentare l’importo massimo spendibile dal titolare.

La sua diffusione probabilmente è anche dovuta alla semplicità con la quale è possibile ricaricarla. E’ possibile effettuare una ricarica dal tabacchi se dispone di un centro Lottomatica, da internet, dagli Uffici Postali e dagli sportelli Bancomat delle Poste Italiane. Da alcuni mesi è entrata in circolazione una nuova carta, sempre offerta dal gruppo postale, chiamata Postepay Evolution. A primo impatto può sembrare una copia della precedente ma, come dice il nome assegnatoli che tradotto in italiano vuol dire “evoluzione”, si tratta di un’evoluzione della classica Postepay.



Ed infatti, ha delle funzionalità in più, ad esempio dispone di un codice Iban e pertanto si potrà utilizzare per ricevere ed inviare bonifici, sia dall’Italia che dall’estero dai Paesi facenti parte dell’area Sepa. Poter ricevere un bonifico su questa carta significa avere la possibilità di farsi accreditare lo stipendio.

Oggi sempre più istituti di credito offrono una carta simile alla Postepay, proprio perchè il mercato si adegua sempre alle esigenze dei clienti.

 

Carte di Credito Senza Conto Corrente: Genius Card di Banca Unicredit

Il secondo tipo di carta è quella che dispone di un codice Iban. Uno degli esempi di carta di credito dotata di codice Iban è la Genius Card, offerta da banca Unicredit.

La Genius Card è all’apparenza una normalissima carta di credito senza conto corrente eppure è legata ad un conto virtuale ed è dotata di un codice Iban. Tale opzione consente al titolare di poter inviare e ricevere bonifici. E’ pertanto utilizzabile anche per ottenere l’accredito dello stipendio.

Utilizzando carte di credito senza conto corrente simili alla Postepay Evolution ed alla Genius Card di Unicredit sarà quindi possibile ottenere via bonifico l’accredito dello stipendio. Si tratta di un’ottima soluzione per tutti coloro che non possiedono un conto corrente e non vogliono avere l’impiccio di possederne uno che, come ben sappiamo, il suo mantenimento potrebbe comportare una spesa mensile o trimestrale. Ad oggi sono diversi gli istituti di credito che promuovono l’utilizzo di una carta di credito ricaricabile simile a queste due citate, la soluzione ideale, se si è interessati a qualcosa di questo genere, sarebbe quella di confrontare i pro ed i contro di ciascuna carta promossa dalle diverse banche.