Ci sono differenze tra una carta di credito prepagata ed una carta di credito revolving? Si, vediamo insieme quali sono le principali differenze e quali sono i vantaggi e gli svantaggi di una e dell’altra.

 

Carte di credito prepagate

Le carte di credito prepagate sono un prodotto finanziario abbastanza nuovo, poiché hanno avuto il loro boom solamente negli ultimi anni, in concomitanza del maggior utilizzo di internet, dove si ha la necessità di effettuare pagamenti on line in modo sicuro, abbassando notevolmente il problema delle frodi informatiche.

 

Carte di credito prepagate, cosa sono

Le carte di credito prepagate sono uguali a quelle tradizionali (hanno le medesime potenzialità di utilizzo) con la differenza che le carte di credito prepagate per utilizzarle devono essere ricaricate di denaro, poiché non sono collegate a nessun conto corrente, questo significa che se c’è denaro nella carta si possono fare acquisti altrimenti non si può utilizzare.

Tuttavia esiste un altro tipo di carta di credito prepagata non ricaricabile (non tantissimo usata) ed è quella usa e getta, cioè al momento dell’acquisto ha una cifra prestabilita e al suo esaurimento si butta.

 

Vantaggi delle Carte di credito prepagate

Le carte di credito prepagate sono un mezzo di pagamento davvero comodo e sicuro, se state pensando al problema della ricarica, in effetti, non lo è, poiché molte si possono ricaricare on line dal proprio conto corrente (se utilizzate l’internet banking), adesso vi elencherò tutti i vantaggi.

  • Non è necessario tenere o collegarla ad un conto corrente;
  • Il suo rilascio è davvero semplice e veloce;
  • La carta di credito prepagata è anonima;
  • Eliminazione del costo annuo per la sua tenuta;
  • Spese sotto controllo, poiché se non c’è denaro non funziona;
  • Possibilità di controllare on line tutti i movimenti effettuati;

 

Capitolo sicurezza: in caso di smarrimento, furto, clonazione, si è più tranquilli poiché potranno rubare solo il denaro che c’è nella carta (solitamente poco), al contrario con la carta di credito tradizionale, ci si può trovare con il conto corrente prosciugato;

 

Carte di credito prepagate, svantaggi

Francamente personalmente penso che non ne abbia, però citerò qualcosa che per alcuni potrebbero essere degli svantaggi, quali:



  • Costo di rilascio (da 5 a 30 euro);
  • Costo di ricarica (da 1 a 5 euro);
  • Meno assistenza in caso disguidi e tempi più lunghi;
  • Ricordarsi di ricaricarla in previsione di acquisti;

Se volete una carta di credito, sicura, comoda, e senza costi di gestione richiedete senza esitare una carta di credito prepagata, non ve ne pentirete.

 

Carte di credito Revolving

La carta di credito revolving è come una carta di credito tradizionale con delle funzionalità aggiuntive, come la concessione di una linea di credito extra che è concessa dall’istituto erogante, secondo l’affidabilità creditizia del cliente e dalla tipologia della carta stessa.

Con la concessione della carta di credito revolving, l’istituto erogante mette a disposizione del cliente una somma di denaro (come se fosse un piccolo prestito sempre disponibile), che il cliente può utilizzare quando desidera.

 

Come Funzionano le Carte di credito revolving

La somma messa a disposizione può variare dai 1.500 ai 3.000 euro, quando si utilizzerà scenderà la somma disponibile e si ricomporrà con la restituzione del denaro usato, questo può avvenire a saldo o con il pagamento di rate mensili.

La quota della rata mensile è stabilita nel contratto, infatti, può essere una quota fissa, a partire da 50 euro o una quota percentuale, per esempio il 10% della somma dovuta.

È un’ottima soluzione di credito per chi deve sostenere spese improvvise e non ha denaro proprio, ma attenzione a non esagerare, poiché i tassi di interesse non sono da prendere sotto gamba.

 

Carte di credito revolving, tassi di interesse

Come accennato, la carta di credito revolving offre un ottimo servizio nel momento in cui ci troviamo in difficoltà economica, ma attenzione ai tassi di interesse.

I tassi di interesse applicati (Tan e Taeg) sono molto alti, rispetto a un prestito personale, per questo motivo non bisogna abusarne, poiché ci si potrebbe ritrovare a pagare una cifra assurda di interessi.

Il Taeg massimo applicabile è del 25,9% (soglia di usura), il tasso medio applicato si aggira intorno al 18%.

 

Carte di credito revolving, attenti alle clausole

Altro consiglio, al momento della firma del contratto per avere la carta di credito revolving, dovete porre molta attenzione alle varie clausole, quali: spese incasso rata, spese per rifornimento carburante, spese di estratto conto, poiché queste incideranno parecchio nel suo utilizzo.